news

Pezzi di carta ……

Registro Nazionale Erboristi Professionisti

Giungono di frequente all’attenzione della nostra Federazione di categoria e nel contempo ci vengono segnalate dai Soci titolari diverse richieste di assunzione in erboristeria da parte di giovani, e meno giovani che hanno frequentato corsi della più disparata natura, certi che tali offerte formative possano dare diritto ad esibire il titolo di erborista o autorizzare alla manipolazione e miscelazione delle piante officinali e dei loro derivati.

Corre l’obbligo per la FEI di precisare, a tutela del cittadino, degli Erboristi titolari e degli studenti/laureati in Scienze e Tecniche Erboristiche iscritti, nonché del settore rappresentato in generale, che allo stato attuale dei fatti nessun corso o attestato, conseguito presso enti, scuole, ed accademie varie autorizza a fregiarsi del titolo di Erborista e alla pratica della miscelazione e della manipolazione delle Piante Officinali e dei loro derivati ai sensi della Legge n. 99 del 6.01.1931 Disciplina della coltivazione, raccolta e commercio delle piante officinali tuttora vigente, del regolamento di attuazione e della successiva giurisprudenza.

Comportamenti come quelli citati oltre ad essere lesivi per una corretta concorrenza tra gli operatori del settore espongono l’erborista titolare a delle precise responsabilità specialmente quando l’operatore non professionale operi in assenza del titolare ed espongono il cittadino consumatore a conseguenze specifiche derivanti dal consiglio e dalla vendita di piante officinali manipolate da chi non ha il titolo per farlo.

Ricordiamo che i soggetti autorizzati alla miscelazione delle piante officinali e dei loro derivati sono esclusivamente gli erboristi diplomati e laureati ai sensi delle normative vigenti, farmacisti e laureati in CTF.

Sconsigliamo inoltre coloro i quali intendano svolgere la professione di Erborista a livello professionale a non cercare scorciatoie che non esistono ma di iscriversi ai Corsi di laurea in Scienze e Tecniche Erboristiche e denominazioni affini della classe di laurea L29, presso le Università italiane che prevedono tale offerta formativa.

La F.E.I. nell’ambito della sua attività di rappresentanza e di tutela della categoria diffida ogni soggetto proponente corsi di erboristeria che abbia l’intento di far credere che tali corsi possano essere utili allo svolgimento dell’attività di Erborista in modo professionale o che rilascino attestati con la qualifica e il titolo di erborista in contrasto con le normative attualmente vigenti.

Tali comportamenti saranno portati all’attenzione del nostro ufficio legale per i provvedimenti del caso.

Al consumatore ricordiamo che Erborista è solo chi ha conseguito il Diploma di Erboristeria o la Laurea in Scienze e Tecniche Erboristiche, di accertarsi che tale operatore sia in possesso di questi titoli, a garanzia del corretto uso e consiglio delle Piante Officinali.

Federazione Erboristi Italiani

Presidenza Nazionale

CHIUDI
CLOSE