news

Registrazione Audizione della Federazione Erboristi Italiani presso la Commissione Agricoltura – Camera dei Deputati

Il giorno 26 ottobre 2017 si è svolta l’audizione della Federazione Erboristi Italiani – F.E.I.  – Confcommercio Imprese per l’Italia, del Conpter (Conferenza dei Presidenti dei Corsi di Laurea in Tecniche Erboristiche)  ed altre associazioni di categoria, presso la Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati in  merito alla presentazione della Proposta di Legge AC 3864 – “Disciplina della coltivazione, della raccolta e della prima trasformazione delle piante officinali”.

E’ possibile vedere la registrazione dell’audizione della F.E.I.  – Unerbe – Federimpresa Eerbe – Conpter e Fippo dal link di seguito pubblicato.

La Proposta di Legge in oggetto presenta come punto critico l’abrogazione della Legge n.99 del 6.1.1931 istitutiva della figura professionale dell’Erborista e di conseguenza la perdita di tutte le sue competenze.

Si tratta della legge base dell’erboristeria italiana che ha posto le basi per tutta la successiva giurisprudenza in materia e ha traghettato il settore erboristico italiano fino ai giorni nostri,

La Legge del 1931 benché bisognosa di aggiornamento (ci sono due Proposte di legge presentate dalla F.E.I. in questa legislatura in Parlamento) rappresenta per gli Erboristi un punto di riferimento che non può essere toccato in mancanza di una rivisitazione globale della normativa.

Si tratta di una legge “speciale” e di “garanzia” in materia di coltivazione, raccolta e trasformazione delle piante officinali ed ogni intervento su di essa deve necessariamente essere discusso e concordato con la categoria.

La coltivazione delle piante officinali non può essere, per ovvi motivi, considerata un “comune pratica agricola” come previsto dalla PdL n.3864 e le trasformazioni delle piante officinali devono rimanere competenza dell’Erborista, in particolar modo quando si tratta di distillazione e lavorazioni successive.

La legge del 1931 prevede l’abilitazione alla professione di erborista e la sua eventuale abrogazione sarebbe un danno irreparabile per gli Erboristi in attività, per gli studenti in Scienze e Tecnologie Erboristiche e per i laureati in questa disciplina.

Registrazione audizione  http://webtv.camera.it/evento/12049

La FEI sul proprio sito ha predisposto una petizione rivolta ai Ministri dell’Agricoltura e della Salute, contro l’abrogazione della Legge del 1931. Abbiamo già superato le 5.000 firme e intendiamo andare avanti.

Firma e fai firmare la petizione della FEI contro un l’abrogazione della legge sull’erboristeria, a tutela del cittadino e della professione di Erborista.

www.feierboristi.org

http://firmiamo.it/giu-le-mani-dall-erboristeria

Stampa

CHIUDI
CLOSE